Albero di potatura della giovane donna

STOCK4B / STOCK4B

Non importa quale pianta stai potando, quando, o perché, ci sono alcuni principi di buona potatura che sono sempre utili da padroneggiare. Il più semplice è probabilmente fare un taglio "pulito", un taglio che sarà facile per la pianta di guarire.

Ogni taglio in una pianta è una ferita, anche un taglio di potatura. Proprio come negli umani, le ferite da potatura espongono le piante alla malattia mentre sono aperte e hanno un processo di guarigione naturale che, una volta permesso di progredire correttamente, chiude rapidamente queste ferite.

Il tuo obiettivo principale nel fare buoni tagli è accelerare questo processo di guarigione.

Questo passo dopo passo è come un manuale tattico: altre guide ti aiuteranno a decidere quali parti di una pianta devono essere potate; questa guida ti dirà come fare in modo che ogni taglio di potatura che fai sia un taglio netto, lasciando che la pianta guarisca e ricresca il più fortemente possibile.

0. Affila i tuoi strumenti

Sì, questo è Step Zero. No, davvero non puoi saltare questo passaggio. La potatura è un intervento chirurgico e non puoi fare un intervento chirurgico con un bisturi opaco. Un taglio di potatura pulito taglia il legno, non lo strappa. Le lamierine opache strappano le fibre di legno, uccidendo più cellule viventi e bloccando il processo di guarigione.

1. Scegli dove tagliare

  • Che tu stia rimuovendo il legno morto, danneggiato o malato o potando il legno per altri scopi come diradare o modellare la pianta, il tuo primo passo per fare un buon taglio è decidere quale ramo deve essere tagliato.
  • Una volta scelto il ramo da tagliare, esaminarlo fino a trovare un sito tagliato bene:
    • Quando si taglia un ramo di un anno o più da alberi e arbusti di latifoglie, ci sarà un "colletto" leggermente gonfio che fa vibrare la base del ramo. Su legno più vecchio, queste aree sono più grandi e spesso più visibili. Taglia appena sopra questo anello. Non tagliare mai dentro
    • Quando tagli il legno più piccolo, individua il taglio appena sopra un nodo forte con uno o più germogli sani o, ancora meglio, un ramo sano.
      • Su legno di conifere e legno duro che ha più di tre anni, i boccioli sono spesso sepolti nel legno. In questi casi, basta fare il taglio all'altezza desiderata. Se il legno è abbastanza sano, vedrai la ricrescita da una gemma nascosta alla fine, a quel punto potrai seguire ulteriori tagli per rimuovere il legno morto.
      • Per il taglio veramente ideale, quando possibile, tagliare a un germoglio o ramo che non è solo sano, ma indica la direzione in cui si desidera che la crescita futura si verifichi, di solito lontano dal centro della pianta. Di solito vale la pena di ridurre ulteriormente la potatura del legno, per ottenere questa situazione, che favorisce lo sviluppo di una buona struttura.

      2. Scegli lo strumento giusto

      Decidendo dove tagliare per primo, saprete quanto è spessa la legna nella vostra sede di taglio. Questo e la presenza di considerazioni come angoli di cavallo stretti con legno vicino e altre considerazioni sull'accesso determineranno quale strumento si dovrebbe usare per fare il taglio.

      Per la maggior parte dei tagli che puoi raggiungere dal livello del suolo, sceglierai tra tre strumenti principali; per tagli sopra i sette piedi di altezza avrai bisogno di attrezzi da palo. Sempre porta tutti gli strumenti potrebbe bisogno di scendere in campo con voi. Trasporta potatori e seghe comodamente nelle fondine, abbassa i saltatori in una cintura.

      Altrimenti, è facile diventare pigri e provare a usare lo strumento sbagliato invece di quello giusto che hai lasciato nel capanno.

      Il legno più grande richiede utensili più grandi, ma usa sempre lo strumento più piccolo che funzioni comodamente.

      3. Consigli, tecnica e trucchi

      Ecco alcuni suggerimenti e trucchi per realizzare il tuo taglio ben piazzato:
      • Equipaggiamento di sicurezza: guanti da lavoro fatto di pelle o materiale sintetico forte sono una buona idea, come gestirai legno grezzo che almeno ti sfiorerà la pelle. Molte piante, come i ginepri, emanano anche linfa che irrita la pelle di molti. Occhiali di sicurezza dovrebbe essere indossato quando lavorerai all'interno o molto vicino ad un arbusto, o lavorando vicino a un partner: è molto facile che la punta sottile dei rami scatti come una frusta sul tuo viso.
      • Il ramo è lungo o pesante? Se stai per potare un albero o un grande arbusto, incontrerai rami con molto peso su di loro. Un segno di ciò è che il legno si piega verso terra prima o mentre si taglia. Se questo descrive la tua situazione, un taglio non lo farà: devi usare un taglio preliminare per alleggerire il peso prima del taglio finale della potatura.
        • Se si utilizzano potatori o troncarami, manovrare il ramo più in profondità possibile tra le lame prima di eseguire il taglio. Ottieni il massimo effetto leva e il taglio più forte, in questo modo. È molto allettante usare solo le punte delle lame per tagliare perché è più veloce, ma questo stressa le mani e opacizza lo strumento più velocemente.
        • Quando si lavora vicino a un cavallo con un ramo stretto con un trampolino o un potatore, posizionare il lato sottile e non a lama dello strumento all'interno del cavallo. Non posso davvero dirti perché, ma ho sempre trovato che nei tagli difficili, questo mi aiuta a farne uno migliore.
        • Quando si lavora vicino a un cavallo con una sega stretta, posizionare la sega all'interno del cavallo e tagliare verso il basso e lontano dalla zona ristretta. Controlla con attenzione entrambi i lati della sega - il taglio e il lato opaco - o uno può facilmente graffiare e ferire il legno che non stai mirando.
        • Se si utilizza una sega, scalpitare e poi lentamente raschiare nel legno un po 'prima di andare davvero sul serio. Il solco che fai impedirà alla sega di scivolare mentre lavori.

        Istruzioni Video: Aquascaping Lab - Come pulire, manutenere, potare e cambiare layout di un acquario già avviato.

        Lasciare Un Commento